Activation Commerciale

(Autore: Alessandra Bonaccorsi)
Per potenziare i servizi alla clientela e connettere maggiormente online e offline, la Rinascente lancia un nuovo servizio di instant messaging usufruibile tramite WhatsApp la Rinascente On Demand al numero +39 344 008 1600.

la-rinascente-on-demand-milano

Al di là della connessione un personal shopper si occuperà, nel flagship store di Milano, di interagire con i clieti, trovando il prodotto segnalato o altri suggeriti nel corso nella conversazione e lo metterà da parte per 24 ore.

Il servizio è attivo negli orari di apertura del negozio ed è valido per ordini superiori a 60 euro. Nel caso in cui si decida per l’acquisto si riceverà un link per il pagamento, da effettuarsi tramite qualsiasi tipo di carta di credito, PayPal o bonifico bancario.

Effettuato il pagamento, il prodotto verrà spedito nel più breve tempo possibile se il destinatario risiede nel capoluogo lombardo; nel caso, invece, di altra destinazione, la consegna sarà effettuata nell’arco di pochi giorni.

Fonte: gdoweek.it

(Alessandra Bonaccorsi)
La holding Pianoforte propone a Milano il primo progetto di caffetteria e ristorazione a marchio Yamamay.

yamamay

L’annuncio, nero su bianco, viene pubblicato su l’Economia del Corriere nel quale il co-amministratore delegato di Inticom (Yamamay) e Kuvera (Carpisa), Gianluigi Cimmino afferma: “Stiamo lavorando al piano per aprire il primo YamaCaffè all’interno di un nuovo negozio Yamamay che inaugureremo in Cordusio. Nello stesso blocco di edifici che ospiterà anche Uniqlo, di fronte a Starbucks, apriremo mille metri quadri di negozio dove trovare oltre all’intimo classico di Yamamay anche il primo caffè del brand. E anche il primo ristorante”.

Il food non sarà l’unica novità nel nuovo negozio Yamamay all’interno del quale troverà spazio anche l’arredo per la casa, un settore verso cui l’azienda guarda con interesse.

Fonte: gdoweek.it

(Autore: Chiara Bertoletti)
Una campagna promozionale che associa lo sconto sulla spesa alla valorizzazione del nostro patrimonio, facendo leva sulla responsabilità condivisa.

opera-tua-coop-alleanza-30
All’interno dell’edizione 2017 dell’iniziativa Sapori, si parte!, Coop Alleanza 3.0 ha lanciato il progetto Opera tua, che sostiene il restauro di sette opere d’arte invitando i soci a selezionarle. Questi ultimi vengono poi premiati con sconti sulla spesa per la loro partecipazione, secondo una filosofia che valorizza il senso di responsabilità e coinvolge facendo leva sullo stesso.

Nello specifico, per ciascuna delle sette regioni protagoniste delle ultime tappe del tour 2017 di Sapori, si parte!, Coop Alleanza 3.0 ha selezionato due opere d’arte bisognose di restauro. Nel corso di ciascuna tappa, i soci possono votare l’opera da restaurare su all.coop/operatua, la pagina del sito di Coop Alleanza 3.0 dedicata all’iniziativa e ricevere in cambio sulla carta Coop uno sconto del 10% (da utilizzare su una spesa di valore non superiore ai 100 euro), per l’acquisto di prodotti inclusi nella tappa in cui si trova l’opera.

Una campagna che sposa l’alimentare territoriale alla bellezza artistica, creando una sinergia di supporto reciproco che crea legame nel lungo termine. I clienti potranno infatti seguire man mano il restauro delle opere selezionate, sviluppando senso di appartenenza all’insegna.

Fonte:mark-up.it

(Autore: Alessandra Bonaccorsi)
Per garantire una migliore shopping experience, Boggi Milano entra in una nuova dimensione coniugando online e offline. L’insegna propone infatti nuovi servizi ai propri clienti. 

Boggi-1

Il primo è il Click&Collect che consente di acquistare online i prodotti e decidere in quale dei negozi monomarca Boggi Milano ritirare la merce. Se i capi sono già disponibili nello store prescelto sarà possibile ritirarli in giornata, altrimenti la consegna è prevista entro un massimo di 5 giorni. Il secondo servizio è il Reserve in Store che consente al cliente di prenotare online un capo e provarlo in negozio, assistito da un personal shopper. Con questa funzionalità il consumatore si reca su appuntamento nello store Boggi Milano prescelto e sarà certo di trovare la taglia e il colore di quanto intende acquistare. Il terzo servizio è Order in Store grazie al quale si può effettuare un ordine online da un negozio fisico Boggi Milano tramite i tablet in possesso dei digital assistant garantendo così al cliente la disponibilità di quanto desidera. Effettuato il pagamento instore, il cliente può decidere dove farsi recapitare la merce: nel negozio in cui ha acquistato o in un altro store, a casa o, se in viaggio, in un’altra città.

Boggi Milano per integrare al meglio la tecnologia al servizio del consumatore ha ideato a adottato anche un nuovo sistema tecnologico, green oriented, chiamato FTF che ha consentito l’eliminazione della classica fidelity card trasformandola in formato digitale. Il sistema consiste in una trasmissione di dati via bluetooth tra lo smartphone e il meccanismo FTF presente nei negozi, nel rispetto della privacy. Il cliente può associare il proprio profilo allo smartphone senza dover scaricare alcuna App. Dopo questa prima operazione il consumatore diventa riconoscibile in tutti i negozi Boggi Milano off e online così da poter beneficiare di tutti i vantaggi ovunque si trovi.

Fonte: gdoweek.it

(Autore:fashionmagazine.it)
Dopo anni di annunci e smentite, per Uniqlo sembra davvero arrivato il momento di sbarcare a Milano. Piazza Cordusio, nel palazzo in ristrutturazione in capo al gruppo Hines: questo l’indirizzo dello store, che dovrebbe aprire a metà del 2019. In via di definizione gli ultimi dettagli.

uniqlo_butterboom
La firma del contratto di affitto sarebbe prevista tra la fine di questo mese di maggio e l’inizio di giugno. Il big della fast fashion giapponese, tanto amato negli States, dovrebbe occupare uno spazio di circa 3mila metri quadri, che sarà consegnato a Fast Retailing, il gruppo proprietario, entro la fine del 2018, in tempo per completare i lavori.

Secondo i rumors ammonterà a 3 milioni l’anno il canone di affitto che Fast Retailing dovrà pagare per lo store. La cifra evidentemente non spaventa il gruppo, che anzi programma già ulteriori opening in Italia: 30 le vetrine che dovrebbero sorgere in cinque anni, di cui quattro a Milano e poi Roma, Firenze e a seguire.

Fonte:fashionmagazine.it

(Autore: pambianconews.com)
Palazzo Reale a Milano ospiterà una mostra dedicata a La Rinascente.

Schermata-2017-05-10-alle-17.53.03

La mostra ‘LR100. Rinascente. Stories of innovation’, aperta al pubblico dal 24 maggio al 24 settembre, ospiterà opere d’arte, grafica, oggetti di design, immagini storiche e contributi inediti che legano la boutique alla storia del costume, della comunicazione e della grande distribuzione. Quest’anno il department store italiano festeggia i 100 anni del suo nome, ideato dallo scrittore Gabriele D’Annunzio.

Fonte: pambianconews.com

(Autore: Anna Muzio)
Dal 3 maggio saranno due mesi golosissimi alla stazione Cadorna di Milano, grazie al temporary store di Häagen Dazs, il premium brand nato nel 1961 a New York dall’idea di Reuben Mattus, che decise di “inventarsi” dei gelati particolarmente cremosi grazie alla ridottissima aggiunta di aria e all’elevata quantità di grasso del latte.

Store_3

Lo spazio sarà aperto fino al 2 luglio tutti i giorni. La speranza è quella di bissare o addirittura aumentare il successo dell’anno scorso, quando il temporay store fu aperto per solo un mese.

Nella gelateria temporanea i milanesi potranno assaggiare i nuovi gusti del sofisticato brand, a cui l’ideatore decise di mettere un nome che suonasse europeo proprio per dargli un tocco di classe agli occhi del pubblico Usa.

Una nuova proposta per l’estate 2017 è Hazelnut Crunch, un morbido gelato con nocciole caramellate in pezzi, per un’esperienza di gusto multisensoriale.

E ancora: pinte, minicup singole o in formato multipack e ovviamente gli iconic flavor, vale a dire i quattro gusti classici che hanno fatto la storia di Häagen Dazs: Pralines&Cream, Macadamia Nut Brittle, Vanilla e Belgian Chocolate.

Häagen-Dazs è un marchio General Mills, uno dei più grandi gruppi mondiali, presente in più di 100 Paesi, specializzato in alimenti per colazione, pranzo, snack e cena. Il marchio premium di gelati è attualmente distribuito in oltre 80 Paesi attraverso canali complementari come retail, negozi e foodservice. Da oltre 50 anni, produce gelati (creme e confezionati) e sorbetti. Tutti i prodotti Häagen-Dazs venduti in Italia sono realizzati nel sito produttivo nel nord della Francia. La particolarità dei prodotti Häagen-Dazs sta nell’utilizzo dei migliori ingredienti, attentamente selezionati, senza ricorrere a coloranti o aromi artificiali.

Autore:instoremag.it

 

(Autore:pambianconews)
Anche Jil Sander dice si alla sfilata unica. Il marchio che fa capo a Onward Luxury Group ha annunciato che, a settembre, in occasione dell’edizione di Milano Moda Donna dedicata alle collezioni della primavera – estate 2018, calcheranno la passerella sia il womenswear sia il menswear.

jil-sanderUna notizia che arriva a pochi giorni di distanza dalla nomina di Lucie e Luke Meier alla direzione creativa della griffe, e che accende nuovamente i riflettori su una strategia ormai scelta da molte griffe del lusso, da Gucci fino a Calvin Klein. La decisione di presentare entrambe le collezioni in un’unica sfilata riporterà sulla passerella l’etichetta maschile, il cui défilé dello scorso gennaio era stato annullato.

Fonte:pambianconews.com

(Autore:Alessandra Bonaccorsi)
In occasione della Design Week di Milano, Carrefour Express Urban Life, il nuovo concept di Carrefour Italia, aperto in Corso Garibaldi 49 a Milano, dà spazio a giovani artisti esponendo le opere di Sara Zaghetto, Giacomo Lambrugo, Francesco Musci e Cristiano Rizzo e Ascanio.

carrefour-express-urban-life

L’iniziativa vede la collaborazione dell’associazione Le Belle Arti, Progetto Artepassante e nasce con l’obiettivo di portare l’arte al di fuori dei suoi contesti usuali.

L’esposizione artistica, allestita nei locali del supermercato per tutta la durata della Design Week, sarà accompagnata da una serie di eventi di intrattenimento organizzati da Carrefour Express per tutti coloro che amano l’arte, il teatro e il buon cibo. In programma la performance di Woody Gipsy Band, per le giornate da giovedì 6 a sabato 8 aprile. La serata di sabato sarà movimentata da dj set con Daniel. Per la chiusura della settimana del Design, Carrefour Express ha deciso di dedicare la serata al teatro con uno spettacolo della La Dual Band.

Gabriele Di Teodoro, direttore prossimità Carrefour Italia, chiarisce: “Siamo parte integrante della città attraverso un format dinamico e ricco di servizi. Non potevamo mancare l’appuntamento con una delle settimane più importanti per l’intero tessuto economico milanese e abbiamo voluto farlo dando spazio a giovani e intraprendenti artisti che, un po’ come noi, si mettono in gioco ogni giorno per migliorarsi ed essere innovativi in tutto ciò che creano”.

Fonte:gdoweek.it

(Autore: Laura Seguso)
Il monomarca Freitag di Milano è una novità in Italia: inaugura uno store, infatti, nel quale le borse in vendita vengono create nel laboratorio di Zurigo con teloni di camion che, nella loro vita precedente, hanno macinato migliaia di chilometri in tutta Europa.

F_Store_Milano_10_ClaudiaZalla_RGB_HighRes

Il marchio include anche una linea di abbigliamento biodegradabile F-Abric, interamente concepita da Freitag e prodotta in Europa. Il primo resistente tessuto dei pantaloni Freitag, ricavato da fibre di lino e canapa, infatti, è stato filato in un telaio della zona del milanese, il quale è fornitore del brand svizzero ancora oggi.

Questa volta 1500 pezzi unici ricavati da materiali riciclati, tanti accessori e la collezione F-Aabric sbarcano direttamente nel cuore della città, in un tipico edificio industriale meneghino del XIX secolo, puntellato da pilastri in granito e sormontato da volte in cotto. Il nuovo Freitag Store di viale Pasubio 8, è poco distante da due vie fondamentali dello shopping cittadino, Corso Como e Corso Garibaldi, ed esattamente di fronte alla nuova Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, al crocevia tra commercio e cultura.

Fonte:markup.it