Activation Commerciale

(Autore: Barbara Trigari)
Lidl prosegue con le iniziative di valorizzazione del brand questa volta inserendosi in un’area inedita, soprattutto per un discount, quella della moda.

Esmara-by-Heidi-Klum_Heidi-and-the-girls.-Key-piece-The-blazer-in-electric-blue

Presenterà infatti alla New York fashion week una collezione esclusiva disponibile in edizione limitata, in collaborazione con la stilista Heidi Klum. Si spiega così finalmente il senso della campagna pubblicitaria lanciata ad agosto in 28 paesi con lo slogan #letswow.

Esmara by Heidi Klum 

La collezione studiata appositamente per Lidl dalla stilista tedesca si chiama Esmara by Heidi Klum, ed è ispirata alla metropoli di New York. Si tratta di una linea donna, calzature e accessori inclusi, all’insegna del fashion, del divertimento e della volontà di stupire, come dichiara lo slogan #letswow, selvaggia ed eclettica. Prevede urban look alla ricerca dell’effetto wow, top minimali, giacche in stile bomber, jeans super skinny, romanticismo e aggressività, pizzo e pelle da rock star, tessuti animali, blu elettrico e colori caldi come il cognac. Qualità a un prezzo molto conveniente, in linea con le logiche del discount: i prezzi vanno da 5 euro a 20 euro per ciascun capo.

Vestibilità e disponibilità 

“Ho voluto creare capi fashion dall’effetto wow, che fossero semplici da abbinare e regalassero a ogni donna un aspetto fantastico – e tutto questo ad un prezzo imbattibile”, ha affermato Heidi Klum. E infatti con le taglie si va dalla XS alla L, per le calzature dal 37 al 41. La collezione è acquistabile nei 600 pdv Lidl italiani a partire dal 18 settembre, mentre a livello internazionale in oltre 20 mila store in 28 Paesi nel mondo.

“Lidl fino ad ora non è mai stata associata al mondo della monda – spiega Alessia Bonifazi, responsabile Comunicazione di Lidl Italia – con una stilista di successo e fonte d’ispirazione come Heidi Klum al nostro fianco, vogliamo cambiare questa percezione. #letswow rappresenta tutto ciò che è fashion, divertimento e capacità di stupire, cosi come ama fare Lidl nel campo dell’abbigliamento”. Per gli aggiornamenti visitare il sito www.lidl.it/letswow .

Fonte: gdoweek.it

(Autore: Roberto Pacifico)
I lavori per l’ampliamento di Auchan Rescaldina saranno completati entro il 4° trimestre 2018. L’ampliamento sarà di 25.650 mq di slp e di 17.500 mq di superficie di vendita. Posti auto previsti 4.300 a regime. Investimento complessivo oltre 80 milioni di euro.

800x600_2014031038_rescaldina_002

Per diventare più moderno e attrattivo in un contesto di crescente competitività, dopo oltre 15 anni dall’apertura, il centro commerciale di Auchan Rescaldina, uno dei più importanti in Italia, con oltre 1.000 persone impiegate fra diretti e indotto, è oggetto di uno dei più impegnativi processi di riqualificazione immobiliare e commerciale.

Le tre fasi dell’ampliamento: sintesi del cronoprogramma

I lavori della prima fase, appena iniziata da qualche giorno, con il restyling del centro esistente, si svolgeranno prevalentemente in orario notturno per non ostacolare l’attività ordinaria: dureranno per un periodo di circa 6-8 mesi; l’interno del centro si trasformerà secondo concept commerciali più moderni che favoriscono una maggior vivibilità degli spazi e una più confortevole esperienza di shopping.

La seconda fase riguarda, invece, il progetto complessivo di ampliamento per cui è ancora in corso l’iter autorizzativo. Nei giorni scorsi -come conferma Auchan a Mark Up- è stata approvata dal Comune di Rescaldina la variante urbanistica al Pgt (Piano di governo del territorio) che consente, in linea con i più recenti criteri e orientamenti urbanistici, l’ampliamento del centro commerciale senza comportare nuovo consumo di suolo ma incrementando le aree destinate a verde a disposizione del territorio.

Nei prossimi mesi, verso settembre-ottobre 2017, si avvierà anche il percorso amministrativo a livello regionale. L’idea presentata dal colosso francese della grande distribuzione prevede l’ampliamento dell’attuale centro commerciale sui parcheggi ovest, creando posteggi interrati, e la rinuncia al diritto di costruire a sud e a nord di via Marco Polo.

Caratteristiche del progetto di ampliamento

L’ampliamento sarà di 25.650 mq di slp (superficie lorda di pavimento) e di 17.500 mq di superficie di vendita, con numero complessivo finale di circa 4.300 posti auto per un investimento di oltre 80 milioni di euro.

Saranno presenti oltre 170 attività tra negozi ed esercizi di somministrazione e di servizi, con offerta di ristorazione notevolmente ampliata e candidata a rappresentare uno dei fiori all’occhiello  del nuovo sviluppo.

Entrando nel dettaglio, all’attuale superficie di vendita (iper+galleria) di 23.200 mq si aggiungeranno 17.500 mq di nuova superficie di vendita della galleria.

Spazi comuni per famiglie e bambini completeranno il progetto del nuovo centro commerciale che, secondo gli obiettivi dichiarati da Auchan, vuol porsi sin da subito al centro, in termini di servizio, del territorio nel quale opera, per diventarne un mondo sempre più integrato sotto il profilo della condivisione, dell’attrattività e della promozione.

Tema dominante del progetto architettonico e commerciale è la cura e l’attenzione all’ambiente, che diventerà esperienza per tutti i visitatori del centro nell’incontro con i format, i colori e le soluzioni progettuali utilizzate, di forte impatto, che richiameranno il verde e  la natura e che saranno già accennati e in parte presenti anche nella fase di restyling.

Il sindaco Michele Cattaneo si dichiara “molto soddisfatto di quanto si è riuscito a fare per scongiurare la costruzione su entrambi i lati di via Marco Polo. E l’impegno dell’amministrazione non è sfuggito neanche a Legambiente nazionale, che ha chiamato la squadra capitanata da Cattaneo per parlare alla festa nazionale del cigno verde di politiche virtuose. “Questo ci fa molto piacere -commenta Cattaneo- perché malgrado le critiche che ci vengono mosse dall’opposizione è un riconoscimento che stiamo facendo quanto umanamente possibile per limitare il danno e agire nel migliore interesse della nostra comunità”.

Dopo l’approvazione della variante al pgt vigente per l’ampliamento di Auchan, il prossimo passo che attende il consiglio comunale prima del via ai lavori è l’approvazione del piano attuativo.

Rescaldina sarà, fra quelli del portafoglio Gci-Gallerie commerciali Italia, società immobiliare commerciale di Auchan Holding, il centro commerciale più grande della Lombardia, con Gla che fra galleria e ipermercato supererà i 50.000 mq, e 140 negozi rispetto agli attuali 79. Gli altri due grandi centri commerciali Auchan in Lombardia sono a Monza e Cinisello-Bettola (nella foto in home page) uno sviluppo in itinere all’interno di un quartiere alla periferia nord di Milano, che sostituirà il vecchio centro commerciale di Cinisello chiuso da tempo.

Fonte: mark-up.it

(Autore: Alessandra Bonaccorsi)
Per potenziare i servizi alla clientela e connettere maggiormente online e offline, la Rinascente lancia un nuovo servizio di instant messaging usufruibile tramite WhatsApp la Rinascente On Demand al numero +39 344 008 1600.

la-rinascente-on-demand-milano

Al di là della connessione un personal shopper si occuperà, nel flagship store di Milano, di interagire con i clieti, trovando il prodotto segnalato o altri suggeriti nel corso nella conversazione e lo metterà da parte per 24 ore.

Il servizio è attivo negli orari di apertura del negozio ed è valido per ordini superiori a 60 euro. Nel caso in cui si decida per l’acquisto si riceverà un link per il pagamento, da effettuarsi tramite qualsiasi tipo di carta di credito, PayPal o bonifico bancario.

Effettuato il pagamento, il prodotto verrà spedito nel più breve tempo possibile se il destinatario risiede nel capoluogo lombardo; nel caso, invece, di altra destinazione, la consegna sarà effettuata nell’arco di pochi giorni.

Fonte: gdoweek.it

(Autore: Chiara Bertoletti)
Appuntamento con il gusto, l’iniziativa dedicata ai prodotti d’eccellenza firmati Pam Panorama arriva in Veneto, Piemonte e Toscana. La linea I Tesori Pam Panorama, gli speciali vini selezionati dai partner del retailer e i freschi saranno protagonisti di una giornata alla scoperta delle eccellenze gastronomiche di stagione.

pam trieste

In tre store selezionati tutti gli appassionati di cucina potranno imparare ad apprezzare al meglio i prodotti disponibili nella catena, in particolare le specialità gastronomiche della tradizione italiana, e assaggiare il meglio abbinato ad una speciale selezione di vini sotto la guida degli esperti.

Durante l’evento i clienti riceveranno consigli su quale prodotto acquistare e come abbinarlo al meglio, una confezione di Taralli i Tesori in omaggio e un piccolo ricettario che offrirà spunti per conoscere, accostare e valorizzare ciò che si mette prima nel carrello e poi nel piatto.

Fonte: gdoweek.it

(Autore: Stefano Parola)
Prodotti low cost e prodotti di marca venduti in confezioni extralarge ridanno vita al punto vendita che il gruppo francese a inizio anno voleva chiudere.

200206246-9b537b6b-7049-4844-802a-9ead885180e4

A Trofarello il gruppo francese Carrefour apre il suo primo discount italiano. Si chiama Supeco e prende il posto del vecchio ipermercato, che a inizio anno era finito nell’elenco dei punti vendita che l’azienda voleva chiudere. Dopo il confronto con i sindacati, Carrefour in aprile ha deciso di convertire la struttura in un negozio da 1.500 metri quadrati circa, pensato per le famiglie e per i gestori di hotel, ristoranti e bar.

Nel nuovo punto vendita della cittadina torinese ci sono prodotti freschi, una gastronomia con antipasti pronti, una rosticceria, una panetteria e una macelleria. Tecnicamente Supeco è un “soft discount”, perché sugli scaffali ci sono 6.300 referenze e in molti casi si tratta di “primi prezzi”, cioè di articoli a basso costo, ma ci sono pure prodotti di marca, venduti però in formati grandi (per alberghi e locali).

“Abbiamo scelto Trofarello, una realtà importane per noi di Carrefour in una regione chiave per lo sviluppo del gruppo, per dare il via a una formula innovativa coerente con l’evoluzione del mercato e della domanda”, spiega Alberto Coldani, direttore Supeco. Lo stesso tipo di discount aprirà anche a Borgomanero, nel Novarese, e anche in questo caso sostituirà un ipermercato Carrefour.

Fonte:repubblica.it

(Autore: eventreport.it)
Dolce & Gabbana presentano l’alta moda in Sicilia: per 4 giorni Palermo e dintorni sotto i riflettori internazionali.

22474_208_medium

È stata la Sicilia a ospitare quest’anno la presentazione delle collezioni di alta moda degli stilisti Dolce & Gabbana: una kermesse lunga 4 giorni che è stata non solo un evento di marketing, ma anche una straordinaria occasione di promozione (e di ricaduta economica) per il territorio.

All’evento, che si è svolto dal 6 al 10 luglio con il titolo “Alte Artigianalità” sono intervenuti 400 tra buyer e ospiti vip provenienti da tutto il mondo e 50 giornalisti dei maggiori media internazionali (Time, The Wall Street Journal, The Financial Times), che hanno partecipato a sfilate di moda, cene di gala ed esposizioni in alberghi, palazzi storici, monumenti e location inusuali di Palermo, Monreale e Trabia.

La kermesse, che secondo quanto afferma Il Gazzettino di Sicilia porta la firma di FeelRouge Worldwide Shows, è costata alla casa di moda 26 milioni di euro e ha portato al territorio 10 milioni, è iniziata e si è svolta per le prime due giornate a Palermo. A Palazzo Gangi, la settecentesca residenza che Luchino Visconti ha reso immortale ambientandovi la scena del ballo del film Il Gattopardo, si è svolta la sfilata dell’alta gioielleria donna, con la rievocazione del celebre ballo. Dopo la presentazione, l’evento si è spostato nel chiostro della Galleria d’Arte Moderna per la cena di gala animata da ballerine che si esibivano sospese ai fili come marionette viventi.

Il secondo giorno a Palazzo Mazzarino, dimora storica per eventi del centro città, è andata in scena l’alta gioielleria uomo e in piazza Pretoria l’alta moda donna, con le indossatrici che sfilavano su tappeti rossi posizionati tra le statue di marmo e la fontana della piazza. A chiudere la giornata è stata la cena di gala con spettacolo pirotecnico e concerto di Mario Biondi all’hotel 5 stelle Villa Igiea.

Lasciata Palermo “Alte Artigianalità” ha fatto tappa il terzo giorno a Monreale. Nella piazza antistante il Duomo una passerella circolare di colore oro è stata calcata dagli indossatori della collezione alta sartoria uomo e il Chiostro dei Benedettini sul lato del Duomo è stato allestito per la cena di gala di ispirazione arabo-normanna.

L’ultima giornata dell’evento si è svolta a Trabia con la cena nel Castello Lanza. Per tutta la durata delle presentazioni Villa Igiea è stata sede di esposizioni permanenti delle collezioni, mentre la Tonnara Florio ha ospitato il temporary store delle proposte prét a porter.

Fonte: eventreport.it

(Autore: Alessandra Bonaccorsi)
La stagione estiva per O bag, il brand italiano famoso per le borse componibili in gomma eva, entra nel vivo con l’apertura di 20 Summer Shop, in Italia e all’estero, tra cui San Vito Lo Capo, Jesolo, Saint-Tropez, e in alcuni centri commerciali più strategici per il grande flusso come Il Centro di Arese, Le Gru di Grugliasco, Porta di Roma, Conca d’Oro di Palermo.

O-bag-summer-shopI negozi dalla superficie media di 40 mq si caratterizzano per un’atmosfera completamente nuova grazie alle pareti tematizzate: sabbia, palme e mare cristallino per immergere il cliente in un mood 100% holiday. L’offerta propone le borse iconiche O bag vestite con bordi in juta e manici gommati active, le flatform O shoes in materiale xl extralight® con tante applicazioni per personalizzarle, disponibili anche in versione uomo, e le nuove infradito in corda e gomma O drillas. Ci sono anche gli accessori per l’estate, dagli occhiali O sun ai nuovi orologi in silicone O clock nella versione gelée. E ancora O fly, il frisbee, anch’esso realizzato in materiale xl extralight®, la borsa O bag playa, la shopper in gomma soft touch effetto paglia.

La collezione Summer è supportata da una campagna digital sulle testate del gruppo Hearst e sul profili social del brand.

Fonte: gdoweek.it

(Autore: Alessandra Bonaccorsi)
Il negozio di animali domestici entra nel marketplace di Amazon con una selezione di prodotti per cani, gatti, uccelli, pesci e animali acquatici, cavalli, rettili e anfibi, animali di piccole dimensioni, da fattoria. L’assortimento, che comprende oltre 180.000 di 780 marchi, propone petfood e petcare tra cui prodotti per la cura e la toelettatura, giocattoli agli accessori.

amazon-1

“Con un click, senza fare code o portare pesanti buste della spesa, i clienti hanno ora a disposizione decine di migliaia di prodotti per animali. Inoltre non vediamo l’ora di vedere le foto che dimostrino l’affetto che i nostri clienti provano per i loro animali”, afferma Francois Nuyts, Country Manager di Amazon.it e Amazon.es

Francois Saugier, vice presidente EU Marketplace di Amazon, aggiunge: “Questo nuovo negozio dedicato agli animali domestici è per i rivenditori e le piccole medie imprese italiane un’opportunità per raggiungere un numero maggiore di clienti, ovunque essi siano. Siamo felici di poter supportare le piccole e medie imprese e dar loro gli strumenti per sviluppare il loro business in Italia e nel mondo”.

Fonte: mark-up.it

(Alessandra Bonaccorsi)
La holding Pianoforte propone a Milano il primo progetto di caffetteria e ristorazione a marchio Yamamay.

yamamay

L’annuncio, nero su bianco, viene pubblicato su l’Economia del Corriere nel quale il co-amministratore delegato di Inticom (Yamamay) e Kuvera (Carpisa), Gianluigi Cimmino afferma: “Stiamo lavorando al piano per aprire il primo YamaCaffè all’interno di un nuovo negozio Yamamay che inaugureremo in Cordusio. Nello stesso blocco di edifici che ospiterà anche Uniqlo, di fronte a Starbucks, apriremo mille metri quadri di negozio dove trovare oltre all’intimo classico di Yamamay anche il primo caffè del brand. E anche il primo ristorante”.

Il food non sarà l’unica novità nel nuovo negozio Yamamay all’interno del quale troverà spazio anche l’arredo per la casa, un settore verso cui l’azienda guarda con interesse.

Fonte: gdoweek.it

(Autore: distribuzionemoderna)
Concorso da primato, con tanto di certificazione ufficiale del Guinness World Record, quello organizzato, dal 26 gennaio al 26 marzo 2017, da Esselunga e Fiat. Nel week end del 17 e 18 giugno sono state consegnate, a Mirafiori, ben 1.495 Fiat 500 Longue bianche, su un totale di 1.520.

concorso-Vinci-1500-Fiat-500-con-Esselunga

Per concorrere all’estrazione settimanale, indetta in occasione del sessantesimo compleanno della catena, bastava uno scontrino di 30 euro. Sommando anche la gara natalizia, che ha messo in palio migliaia di iPhone, Esselunga ha raggiunto un montepremi di 50 milioni di euro.

Il Ministero per lo Sviluppo Economico, che ha il compito di vigilare su questo tipo di iniziative, ha sancito che il colosso di Limito di Pioltello (Mi) è in testa e supera largamente la seconda classificata, cioè Coop Alleanza 3.0, che ha sorteggiato beni per un valore di ‘soli’ 10,57 milioni.

Un vero peccato, insomma, vendere a un colosso estero (cinese) un simile gioiello distributivo e di marketing, anche se la vicepresidente, Marina Caprotti e la presidente onoraria, Giuliana Albera, hanno già recisamente smentito le insistenti voci di cessione.

Si spera che il prossimo 28 giugno, in occasione dell’apertura del nuovo superstore di Veveri, in provincia di Novara, verranno fornite ulteriori rassicurazioni sul mantenimento del capitale in mani italiane.

Ricordiamo che il nuovo piano industriale di Esselunga prevede ben 1,8 miliardi di investimenti entro il 2020, che si sommano ai 1.700 milioni riversati nel quinquennio precedente, per una cifra di 3,5 miliardi totali.

La creatura di Bernardo Caprotti resta una vera fabbrica dei record, a cominciare dalla redditività, che è di poco inferiore ai 16.000 euro al metro quadro.

Fonte: distribuzionemoderna.info