Activation Commerciale

(Autore: pambianconews)
Asos lancia Asos Instant, il nuovo servizio che consente di ricevere quanto ordinato sull’e-commerce in giornata.

Schermata-2017-10-11-alle-10.56.14

Il servizio è disponibile, al momento, solo per gli abitanti di Londra, con l’obiettivo, nei prossimi mesi, di espandere la disponibilità anche in altre città in Uk. Il servizio ha un costo di 12,95 sterline e, ordinando entro le 10 del mattino da domenica a venerdì, il pacco arriverà tra le 18 e le 22 del giorno stesso.

“Asos ha una storia d’innovazione che comprende l’uso della tecnologia, le nostre impostazioni sui trend e i servizi di prim’ordine per quanto riguarda spedizioni e servizi offerti ai nostri clienti”, ha detto Matt Rogers, delivery solutions and returns director di Asos. “Siamo molto contenti dell’introduzione di Asos Instant e continueremo a esplorare nuove opzioni che aggiungano comodità e possibilità di scelta ai clienti”.

Asos va così incontro alle esigenze del consumatore inglese che, secondo una ricerca di Imrg e MetaPack, ricerca sempre più la tempestività nei tempi di consegna. Sempre a Londra, non a caso, Matchesfashion, il retailer da 204 milioni di sterline di ricavi nel 2016 (+61%) e recentemente acquisito da Apax Partners, ha introdotto il sevizio di consegna in 90 minuti.

Fonte: pambianconews.com

(Author : Kati Chitrakorn)
The Chinese e-commerce giant has launched a luxury-specific platform to tap affluent consumers in the country’s booming online space.

JD.com Launches Luxury Platform

JD.com, China’s second largest online retailer, has launched Toplife, a luxury-focused online platform that aims to bring the personalised shopping experience of luxury brick-and-mortar stores to e-commerce. Launching Tuesday, Toplife offers products across a range of categories, from clothes and beauty to watches, jewellery and home furnishing, from brands like Trussardi, Rimowa, Emporio Armani and La Perla. Additional brands will be revealed in the coming weeks — for some it will be their first ever online presence in China.

“Luxury brands understand that the entire retail game in China is online, but they’ve been late to enter,” Xia Ding, president of JD.com’s fashion division, tells BoF. “They’ve been waiting for a luxury-branded site that can give the full experience of going into their offline stores — and that’s what we’ve built.”

Chinese shoppers buy more luxury products than those in any other country, accounting for about one-third of global sales, according to London-based consultancy firm Bain & Company. However, the challenge for global retailers lies in the final leg of delivery, known in logistics circles as “the last mile,” when poor infrastructure makes shipping and delivery slow and expensive.

Through Toplife, brands not only control and customise all aspects of their store on the platform, but also have access to JD.com’s sophisticated local logistics network — manned by more than 70,000 employees operating out of 250 warehouses — and can leverage the retailer’s premium white-glove delivery service, currently available in major cities such as Beijing, Shanghai, Guangzhou, Shenzhen and Chengdu.

“Working with Toplife, luxury brands are able to directly provide customers throughout China with a true luxury shopping experience previously only associated with high-end offline stores,” says Richard Liu, chairman and chief executive officer of JD.com. “[Toplife] is a luxury e-commerce ecosystem that provides a truly premium shopping experience, and helps [our] partners tell their brand story to local consumers.”

This isn’t JD.com’s first move into luxury. Earlier in June, the e-commerce giant invested $350 million in billion-dollar fashion “unicorn” Farfetch. “[JD.com] really provides us with a last-mile service, which is unrivalled. No Western company has, so far, had access to that,” Farfetch founder and CEO José Neves told BoF.

“We understand what brands want, from protecting their IP to offering a truly luxury service, including specialised delivery and expert consultants. This is not simply carving out a corner of our existing platform — it’s building out an entirely new online luxury experience,” says Ding.

Source : businessoffashion.com

(Autore: stampa3dstore)
Amazon ha acquistato Body Labs di New York City,startup specializzata nella scansione del corpo 3D per un costo compreso tra 50 e 70 milioni di dollari e la cosa potrebbe avere conseguenze interessanti per le sue attività di moda.

body-labs

La tecnologia di scansione 3D di Body Labs è utilizzata per catturare le forma umane in 3D anche in movimento cosa che la rendono adatta per applicazioni legate all’abbigliamento e allo sviluppo di videogiochi dove le aziende produttrici potranno utilizzare Body Labs tech per analizzare i contorni unici del corpo di un cliente, adattandoli alla sua forma creando singolari avatar personalizzati.

Anche se  Amazon non ha ancora rivelato come utilizzerà Body Labs,  l’azienda ha una grande partecipazione nel settore della moda, il che significa che la tecnologia di scansione 3D  potrebbe presto essere utilizzata  per portare la vendita al dettaglio di vestiti online ad un livello successivo. Amazon ha recentemente lanciato il suo servizio Prime Guardaroba, che prevede di inviare ai clienti Amazon Prime una scatola piena di vestiti da provare che poi possono essere restituiti gratuitamente.

“Questi brevetti esclusivi e le licenze ci consentono di sbloccare personalizzazione senza precedenti in tutto il corpo umano e garantire che la nostra tecnologia sia più accessibile che mai ad un crescente elenco di industrie”, ha detto William O’Farrell, co-fondatore e CEO di Body Labs.

Nel marzo del 2016, Body Labs ha integrato la sua tecnologia di scansione 3D esistente con l’acquisizione di brevetti e licenze di scansione 3D negli Stati Uniti. Due dei brevetti di scansione 3D erano stati rilasciati alla Brown University, mentre Body Labs ha anche ottenuto licenze per nuove tecnologie di Max-Planck-Innovation GmbH.

La tecnologia di scansione 3D di Body Labs potrà essere utilizzata per provare i vestiti digitalmente. API SOMA Shape è  uno strumento progettato per “predire e misurare con precisione la forma 3D dei clienti usando una sola immagine”. La tecnologia come l’API SOMA Shape potrebbe essere utilizzata per la moda, Applicazioni AR / VR e persino la tecnologia di fitness.

Fonte: stampa3dstore.com

(Autore: pambianconews)
Alibaba potrebbe accogliere Yoox Net-a-porter (Ynap) nel suo marketplace. “Saremmo ben felici di avere Ynap da noi, se aprisse uno store da noi. Ci sono già molte aziende partner di Ynap che hanno aperto degli store su Alibaba”, ha infatti dichiarato a Reuters il country manager per il Sud Europa del gruppo cinese, Rodrigo Cipriani Foresio. Il manager ha parlato in occasione della presentazione alla stampa e alle aziende del made in Italy della controllata Mei.com, piattaforma online per lo shopping di lusso, che  – si legge sempre sull’agenzia di stampa – “già conta tra i propri marchi Armani, Dolce & Gabbana, Versace, Ferragamo e Tod’s“.

alibaba_Exterior_1-770x470

Lo scorso giugno il gruppo guidato da Federico Marchetti ha registrato un significativo balzo in Borsa su voci, diffuse dal portale Ladymax.cn, relative alla possibilità di una partnership tra Alibaba e Yoox Net-a-porter che non escluderebbe, inoltre, l’acquisizione di una parte del capitale dell’azienda italiana da parte del colosso asiatico. Allora, una fonte anonima vicina all’operazione aveva parlato di “voci non vere”.

“Non commentiamo mai i rumours – ha dichiarato a Reuters Federico Marchetti in occasione della pubblicazione, agli inizi di agosto, del bilancio semestrale -. Siamo aperti a valutare opzioni di partnership nei diversi mercati. Il nostro modello è andare avanti in modo indipendente, poi il nostro lavoro si basa su collaborazioni e partnership”. Yoox Net-a-porter Group ha chiuso il primo semestre del 2017 con un utile adjusted in rialzo del 2,7% a 38 milioni di euro. I ricavi sono stati pari a 1,03 miliardi di euro, con un incremento del 19,5% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Fonte: pambianconews

(Autore: Roberto Pacifico)
Amazon Prime Now amplia l’offerta di prodotti tipici regionali in pronta consegna a domicilio tutti i giorni, per chi risiede a Milano e in 46 comuni dell’hinterland del capoluogo lombardo.

maxresdefault-1-1

Sul sito Amazon Prime Now si possono acquistare prodotti freschi e a lunga scadenza provenienti da Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria, e riceverli in un’ora o in finestre di due ore. Tra i prodotti per gli antipasti, ricordiamo il pecorino romano dop, il salame al cinghiale e al tartufo, ma anche olive all’ascolana, caciotta al pepe, e focaccia rusticana romana. Nei primi piatti, il menù comprende, fra gli altri, fettuccine di campofilone, guanciale per amatriciana, cacio e pepe, e lo zafferano de L’Aquila.La porchetta di Ariccia igp spicca, anche per consistenza nutritiva e di gusto, fra i secondi. Non mancano i dolci: per esempio, i confetti di Sulmona. Questi prodotti sono solo un’anticipazione delle specialità del Centro Italia disponibili per i clienti milanesi di Prime Now.

Le specialità di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria si aggiungono alla gamma di 20.000 prodotti già disponibili su Prime Now, gamma che include prodotti tipici di Puglia, Calabria e Sardegna, oltre a pasta, pane e bibite, decine di tipologie di frutta e verdura, pesce fresco e tagli di carne.

Tutti gli iscritti Prime possono accedere al servizio Prime Now, utilizzando il proprio account, tramite app (disponibile per i dispositivi iOS e Android), e dal sito primenow.amazon.it. Il servizio Prime Now è attivo dalle 8 alle 24, 7 giorni su 7. Le consegne in finestre di due ore non prevedono costi aggiuntivi; la consegna in un’ora, disponibile per i Cap raggiunti da questa modalità, costa 6,90 euro. L’abbonamento ad Amazon Prime è disponibile per 19,99 euro all’anno. I primi 30 giorni sono gratuiti per i nuovi iscritti.

Fonte: gdoweek.it

(Autore: Chiara Bertoletti)
Find è il nuovo brand di Amazon Moda protagonista di una prima campagna pubblicitaria europea. Al centro l’abbigliamento femminile e i Paesi di Gran Bretagna, Germania, Italia, Francia e Spagna. Così il colosso continua a investire sulla propria leadership nel fashion.

Amazon_find.alta1_

La campagna presenta otto look distintivi per la stagione autunno/inverno ed è pianificata attraverso billboard, digital advertising e sul sito Amazon.it/find. find., dove si mostrano capi dall’approccio trendy e innovativo. In offerta anche una selezione di capi versatili e che puntano a celebrare l’individualità come giacche da biker, impermeabili in vinile, capi coordinati metallici e in velluto, vestiti a stampa floreale e stivaletti “kitten heels”.

Glen George, direttore del marchio, ha affermato: “La nostra nuova campagna trasmette l’ethos giocoso e semplice del brand, permettendo ai nostri clienti di esplorare ed esprimere il senso di sé attraverso le loro scelte di moda”.

Servizi. La collezione autunno/inverno è disponibile su Amazon.it/find dal 4 settembre, i clienti che acquistano i prodotti della linea godono di restituzioni gratuite e di una vasta gamma di opzioni di consegna, incluse consegne in un giorno illimitate per i membri di Amazon Prime.

Fonte: mark-up.it

(Autore:affaritaliani.it)
Il colosso Usa dell’e-commerce Amazon, che lunedì perfezionerà l’acquisizione di Whole Foods Market, lancia già una prima ondata di super sconti.

amazon25

Amazon fa tremare il settore della grande distribuzione, in particolare quella alimentare, preannunciando un taglio dei prezzi delle banane, degli avogado e di altri prodotti venduti dalla catena bio Whole Food, che ha acquistato per circa 14 miliardi di dollari.

“Abbasseremo i prezzi di Whole Foods senza compromettere la qualità dei prodotti” fa sapere Jaff Wilke, numero uno di Amazon Worldwide Consumer. Amazon metterà in pratica la sua nuova politica dei prezzi a partire da lunedì quando l’acquisizione di Whole Food sarà completata. La notizia è suonata come il preannuncio di una guerra dei prezzi e i titoli delle imprese del settore alimentare in Borsa hanno segnato il passo.

Amazon annuncia che a Whole Foods effettuerà dei tagli dei prezzi “su una selezione di prodotti alimentari di base… con altri tagli a venire”. Lo spettro di una guerra dei prezzi nell’alimentare ha già spazzato via circa 11 miliardi di dollari di capitalizzazione di mercato in alcuni dei più grandi supermercati del settore.

L’annuncio di Amazon inoltre era atteso, visto che Whole Foods, prima della sua acquisizione, aveva fama di essere un supermercato esclusivo e molto caro. Alla Borsa di Londra il titolo di Tesco e’ in calo dell’1,8% e qello di Sainsbury dell’1%. Whole Food non ha una forte presenza in Gran Bretagna ma Amazon intende far rientrare i suoi prodotti disponibili a Londra per le consegne a domicilio. Inoltre Amazon intende in tegrare il sistema di vendita di Whole Foods al suo servizio Amazon Prime.

Fonte: affaritaliani.it

(Autore: Chiara Bertoletti)
Un’altra piccola innovazione firmata Amazon, che per i clienti Prime, e per ora solo negli Stati Uniti, ha lanciato Spark.

amazon-spark-menu-696x465

Si tratta di una sorta di social network simile in parte a Pinterest e in parte ad Instagram, tutto focalizzato sulla promozione dei prodotti attraverso video e immagini.

In una sezione dell’app Amazon si trova infatti un nuovo spazio dove gli abbonati sono invitati a scegliere 5 categorie di preferenza, dalla moda al beauty, passando per tecnologia, alimentare e così via. Ciò fatto, per ogni utente verrà creato un profilo sulla base delle preferenze espresse con un feed che mostra un flusso di video e immagini d’interesse, dove è possibile acquistare gli oggetti in mostra. Dall’altro lato, gli utenti potranno a loro volta pubblicare alcuni contenuti e scrivere recensioni.

In pieno stile social, Spark consente di postare commenti e mettere “mi piace” alle immagini viste attraverso l’emoji di una faccina sorridente, ma quello di cui si tratta è una sorta di doppia vetrina online per gli utenti da un lato e i prodotti dall’altro. Uno strumento di vendita molto più raffinato in quanto a coinvolgimento di un semplice negozio virtuale e capace di far leva sul desiderio di personalizzazione dei consumatori, così come sulla loro voglia di esprimere giudizi e rendersi visibili.

Amazon dopo l’acquisto di Whole Foods e le continue innovazioni di business e format a 360 gradi continua con una strategia all’insegna dell’integrazione e dell’estensione di presidio.

Fonte: gdoweek.it

(Auteur : Yoni Van Looveren)
Deux entrepreneurs américains lancent un concept pour le moins original. Leur webshop Brandless applique un seul prix : 3 dollars par produit. Une promesse qu’ils peuvent garantir grâce à une forte réduction des coûts.

Tout à 3 dollars sur le webshop Brandless

Jusqu’à 40% moins cher
Le concept a été imaginé par Tina Sharkey et Ido Leffler. Le duo estime qu’un bon produit ne peut coûter plus de trois dollars. Afin de pouvoir tenir cet engagement, les coûts de l’entreprise ont été fortement réduits, notamment au niveau de la distribution, du stock, des emballages et de l’espace de vente. Ces mesures d’économies permettent au webshop de proposer des produits jusqu’à 40% moins chers que le prix moyen de produits similaires.

L’offre de Brandless comprend de nombreux produits de base pour la cuisine, le nettoyage et les soins personnels, tous vendus sous marque propre. L’assortiment est limité à quelques centaines de produits essentiels, d’où la nécessité de garder un niveau de prix bas. Si l’entreprise s’agrandit, l’assortiment sera élargi.

La plupart des produits de Brandless sont biologiques, casher, sans gluten et génétiquement non modifiés.  En outre le webshop collabore avec Feeding America et offre un repas par commande à l’organisation. Le concept de Brandless a d’ores et déjà suscité l’intérêt de quelques investisseurs, car  en trois tours de table l’entreprise a déjà levé 50 millions de dollars (43,4 millions d’euros).

Source : retaildetail.be

(Autore: pambianconews)
La moda del pollo spopola nell’anno del gallo. Sarà l’influenza dello zodiaco cinese, ma il 2017 segna uno sbarco in forza dei brand avicoli nel settore fashion. Il colosso americano delle alette di pollo fritte Kfc (Kentucky Fried Chicken) ha annunciato un sito e-commerce dedicato esclusivamente alle linee apparel e design. Il ruspante fenomeno delle aziende food che diversificano l’offerta commerciale sembra un fenomeno in via di espansione e, soprattutto, apprezzato dai consumatori. Nelle scorse settimane, a spingere l’acceleratore sulle proprie linee chicken-fashion era stata l’azienda italianaAmadori.

Schermata-2017-07-17-alle-11.30.42-770x470A pochi giorni dall’apertura dello store online Kfc Limited molti dei prodotti sono andati sold out. Si parla di calze decorate da cosce di pollo (8 dollari), t-shirt dallo slogan ‘World’s no.1 chicken salesman’ (18 dollari), cuscini con la stampa del Colonnello Sanders, famoso logo del brand (14 dollari).

“Kfc e il Colonnello Sanders sono icone della cultura pop americana da 70 anni, i nostri fan non aspettavano altro che un un’occasione per adottarne il lifestyle”, ha dichiarato a Wwd Steve Kelly, Us director of media and digital Kfc.

Oltre ai prodotti low cost presenti sul sito il brand ha anche lanciato in contemporanea uno smartphone in collaborazione con Huawei destinato esclusivamente al mercato cinese, e ai suoi golosi estimatori.

Il fast food specializzato in prodotti a base di pollo fritto, panini e insalate è da qualche anno presente anche in una decina di città italiane.

Fonte: pambianconews.com