Una maschera di Decathlon al posto del respiratore
Easybreath diventa un supporto per la terapia sub-intensiva

Innovazione retail

Innovazione retail

23 March
2020

maschera-Decathlon-con-valvola-Charlotte

La situazione di emergenza stimola soluzioni creative. Dall’idea di un ex primario il team di Isinnova sviluppa il raccordo che permette di connettere la maschera da snorkeling ai ventilatori esterni

Partendo da una maschera da snorkeling di Decathlon è stato progettato e realizzato un modello di C-PAP (Continous Positive Airway Pressure) ospedaliera d’emergenza. La C-PAP è un supporto per la respirazione, fondamentale per molti dei pazienti affetti da COVID-19 in terapia sub-intensiva.

La maschera in questione è la Easybreath, molto popolare tra i bambini (ma non solo). La sua forma particolare e il boccaglio incorporato la rendono adatta ad essere associata a un ventilatore. L’idea di creare una valvola che permetta di convertire la maschera da snorkeling a supporto per la respirazione è venuta per primo a Renato Favero, ex primario di Gardone Valtrompia. Un'idea nata per aiutare gli ospedali che mancano di supporti essenziali per aiutare i malati. Il primario aveva infatti saputo che Cristian Fracassi, della società Isinnova aveva progettato e stampato una valvola in3D da associare ai respiratori dell’ospedale Mellini di Chiari (provincia di Brescia). Favero ha contattato Fracassi per proporgli la propria idea di stampare di creare una nuova valvola da applicare alla Easybreath.

Grazie alla collaborazione con Decathlon e alla consulenza medica di Renato Favero, il team di Isinnova è riuscito a produrre il prototipo in tempi brevissimi. Il raccordo tra maschera e respiratore è stato chiamato Valvola Charlotte e al momento vi sono già due casi di applicazione delle maschere a C-PAP in ospedale.

Il progetto è nato senza scopo di lucro e chiunque potrà stampare liberamente la valvola a condizione che non sia per fini commerciali. «È nostra intenzione che tutti gli ospedali in stato di necessità possano usufruirne», ha detto Fracassi, anche se naturalmente si tratta di una soluzione di emergenza, perché la maschera non è stata sottoposta alle normali procedure di controllo e certificazione.

Fonte: https://it.businessinsider.com

#Tags

commenti

0 thoughts on “Una maschera di Decathlon al posto del respiratore”

Leave a reply

Required fields are marked *